• Arte come architettura. Una lettura futurista
Arte come architettura. Una lettura futurista

Arte come architettura. Una lettura futurista

La pratica italiana dell'arte del XX secolo, così come dell'architettura, appare fortemente influenzata dalle affermazio ni dell'avanguardia futurista, non tanto nel senso formale e letterale, quanto piuttosto in senso attitudinale. Da questo punto di vista, il tema dell'architettura e soprattutto della città - soggetto privilegiato del futurismo - pervade sensibilmente tutta la cultura artistica dell'Italia, che almeno sino a tutti gli anni sessanta vive problematicamente il passaggio da una società rurale a una società proiettata in avanti, cittadina, industriale, "futurista". Basandosi su questo soggetto e su questa ipotesi, il testo e le immagini mettono a confronto artisti dichiaratamente futuristi della prima metà del XX secolo, con artisti operativi negli anni cinquanta-sessanta: i primi rappresentano la città così come la immaginano, i secondi la "sentono" attraverso i materiali, le forme, i frammenti, le sensazioni - e ne restituiscono gli umori, in una società solo apparentemente conciliata col suo nuovo status industriale e metropolitano. Vedi di più