• Seventy sex
Seventy sex

Seventy sex

"La notte avevo sognato Gesù Cristo. Eravamo in campagna, io nell'aia di una fattoria e lui sulla porta aperta del fieni le. Lo guardavo e lui sorrideva. Alto, biondo, con la sua tunica immacolata e una nuvola di polvere dorata che lo avvolgeva tutto. Anche l'aria era dorata. A un certo punto aveva sollevato un braccio e con la mano mi aveva fatto cenno di avvicinarmi. L'avevo raggiunto. Ci eravamo abbracciati. Ci eravamo tenuti stretti e io gli avevo sentito il pacco. Il cuore mi era saltato in gola. La testa aveva preso a vorticare e le ginocchia a cedere. Ti amo, gli avevo detto. L'avevo baciato in bocca e mi ero bagnata". Vedi di più